Antonio BARONE

 
 

Antonio Barone, professore emerito di struttura della materia all’Università Federico II di Napoli, è scomparso il 4 dicembre 2011.

Antonio Barone, è stato un brillante fisico e uno dei pionieri della superconduttività italiana. I suoi studi sull’effetto Josephson hanno inizio dal 1970. Dal 1977 è Direttore dell’Istituto di Cibernetica del CNR e sviluppa importanti collaborazioni scientifiche negli Stati Uniti, in Giappone ed in URSS. In quest’ultimo paese l’apprezzamento per il suo lavoro è tale che riceve nel 1983, primo scienziato occidentale, il titolo di “Dottore di Scienze Fisico-Matematiche”,  il più alto riconoscimento scientifico dell’Unione Sovietica e oggi della Russia. Come relatori alla sua prolusione c’erano due futuri premi Nobel, Abrikosov e Ginsburg.

Sotto la guida e l’impulso di Antonio Barone, le ricerche in superconduttività oltre a radicarsi e ampliarsi nell'ambito dell'istituto di Cibernetica di Arco Felice, si estesero rapidamente all'Università Federico II, all'Università di Salerno e alla Seconda Università di Napoli. Nel giro di pochi anni vide la nascita e il consolidamento la Scuola napoletana di superconduttività, di cui Antonio Barone è da considerare a pieno titolo il fondatore ed il suo più importante esponente. La Scuola rappresenta ancora oggi una solida realtà nel panorama nazionale ed il paradigma della interazione fruttuosa fra CNR e mondo universitario.

In quegli anni vede la luce il famoso libro  “Physics and applications of the Josephson effect”  scritto insieme all’amico Gianfranco Paternò e pubblicato negli Stati Uniti dalla prestigiosa casa editrice John Wiley & Sons che resta per molti anni il testo di riferimento sull’effetto Josephson e che sarà tradotto in russo, cinese e giapponese.

Al crescere della sua statura scientifica, cresce il suo ruolo nella ricerca nazionale. Nel 1987 è infatti chiamato alla Direzione del Progetto Finalizzato Nazionale del CNR sulla Superconduttività, il più grande sforzo italiano, sia sul versante accademico che industriale, sul tema della superconduttività. Nel 1990 diventa Professore Ordinario di Struttura della Materia all’Università di Napoli Federico II, e poco dopo  assume la Direzione della Sezione Superconduttività dell’INFM.

Il suo prestigio è definitivamente consacrato nel 2001 quando la Fondazione Nobel, in occasione delle celebrazioni per il centenario del premio, lo sceglie come relatore sull’effetto Josephson.

Antonio Barone è autore di centinaia di articoli che hanno lasciato importanti contributi nel campo dell’effetto Josephson e della superconduttività.